Struttura organizzativa e Servizi

L'UFFICIO SVILUPPO

L’Ufficio sviluppo è l’insieme di professionisti che anima il Piano di sviluppo e - su mandato del Consiglio d’Amministrazione - lega il fronte dello sviluppo al Consiglio d’Amministrazione e con tutti i Soggetti che fanno parte della rete consortile o con essa vengono in contatto, favorendo efficacia, efficienza e fluidità delle azioni programmate.

La rete consortile affida all’Ufficio sviluppo una funzione strategica e cioè rendere qualitativa la relazione societaria e produttiva la scelta di stare dentro Sol.Co. L'ufficio sviluppo si occupa pertanto di affinare strumenti che consentano di sostenere lo sviluppo dei soci e, parallelamente, stimolare la nascita di esperienze imprenditoriali nuove e originali alle quali garantire un ambiente di crescita proattivo.

 

SETTORI CHIAVE PER LO SVILUPPO

- Studi e Ricerche: orientamento del Sistema alla continua innovazione dei servizi, all’approfondimento e all’analisi dei temi d’interesse per la Rete, coerentemente con i cambiamenti del nuovo welfare

Prossimità: “messa a sistema” dei servizi specializzati e orientati a soddisfare i bisogni dei singoli e delle famiglie svantaggiate

Modelli Organizzativi: “valorizzazione” e “ottimizzazione” delle relazioni tra gli attori di un territorio attraverso partnership stabili orientate allo sviluppo delle Comunità

Apertura ai nuovi mercati: individuazione di nuovi mercati e nuove opportunità di business anche attraverso la sperimentazione di nuove modalità erogative per i servizi di prossimità

Sviluppo dell'Immagine d’impresa: rafforzamento dell’Identità Societaria (specie verso i soci) e della brand reputation prevalentemente attraverso una “strategia digitale” che veicoli correttamente l’operato imprenditoriale del singolo socio e della Rete, valorizzandone l’impatto sociale. Fluidificazione dei processi comunicativi e integrazione - anche negli strumenti - dei partner stabili e/o iniziative strategiche della Rete

Formazione continua e attenzione alle risorse umane interne alla Rete: aggiornamento e qualificazione delle competenze delle professionalità interne alla Rete; focus sul benessere delle risorse umane interne

 

STRUMENTI OPERATIVI PER LO SVILUPPO E L'INNOVAZIONE DELLA RETE

Le sfide a cui si prepara la Rete regionale e che devono essere puntuali obiettivi dell’Ufficio sviluppo sono, fra le altre:

- Valorizzazione Risorse umane e Formazione   

- Filiere commerciali e nuovi mercati   

- Nuove modalità di sviluppo locale        

- Reti e relazioni con attori pubblici e privati     

- Bilancio dell'attività consortile e Bilancio Sociale      

- Happening             

- Centro studi e Comunicazione  

- Iniziative per la legalità

 

L’Ufficio sviluppo - di cui è responsabile Dino Barbarossa - opera su due direttrici:

 

1 Funzionale

   - Progettazione complessa (referente Francesca Pruiti)

   - Progettazione servizi (referente Eugenio Randazzo)

   - Formazione (referente Daniela Piangiamore)

   - Politiche del lavoro (referente Sonia Benvenuto)

   - Consulenza del lavoro (referente Annamaria Barbarossa)

   - Struttura gare (referente Rossella Cutaia)

   - Contratti/Rendicontazione (referenti Daniela Bottitta e Nino Palmeri)

   - Comunicazione (referente Ilenia Lodato)

   - Eventi (referente Elisa Furnari)

 

2 Settoriale

   - Immigrazione

   - Povertà

   - Salute

   - Minori & Giovani

   - Politiche del lavoro & Agricoltura

 

A supporto della struttura tecnica interna, Sol.Co. attiva collaborazioni con strutture di consulenza specializzata su:

  - Programmi comunitari diretti

  - Sviluppo d’impresa

  - Piano di sviluppo Rurale

  - Finanza agevolata

 

I SERVIZI

Tra i servizi offerti dal Consorzio Sol.Co. rientrano:

- Consulenza e supporto allo sviluppo delle consorziate attraverso la progettazione di servizi integrati socio-sanitari e assistenziali

- Progettazione ed erogazione di servizi di formazione professionale e manageriale

- Gestione e coordinamento di servizi socio-sanitari e assistenziali in regime domiciliare e residenziale anche tramite le cooperative consorziate nel ruolo di General Contractor